Che aspetto avrà la mia casa?

Una domanda che spesso ci viene fatta è:

“Come sarà, che aspetto finale avrà la mia stanza, una volta che avrò finito di realizzare l’isolamento acustico? La mia casa assomiglierà a qualcosa di simile alle sale di incisione?”

La risposta è: NO!

All’inizio non ci badavamo più di tanto, perchè ci sembrava una domanda scontata e dalla risposta semplice.

Ma ci sbagliavamo. Le persone, giustamente, sono molto attente e vogliono capire anche a livello “estetico” come si presenterà il lavoro una volta finiti i lavori di insonorizzazione.

La tua stanza a livello estetico sarà esattamente uguale a oggi

Ovviamente le misure potranno anche variare, ma tutti i clienti alla fine ci dicono la stessa cosa: ovvero che una volta ritinteggiata, fanno davvero fatica a cogliere le differenze con la loro stanza precedente all’insonorizzazione.

Addirittura, in alcuni casi, riusciamo anche a migliorare l’estetica, quando si tratta di coprire pilastri, rientranze, dislivelli che da sempre erano presenti all’interno della stanza e che, successivamente al nostro lavoro di isolamento acustico, non si vedono più.

CHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE per risolvere il problema di isolamento acustico di CASA TUA  direttamente da un nostro esperto.

RISPONDIAMO  sempre entro 24 ore.

 Richiedi informazioni

So già cosa stai pensando a questo punto (perchè me lo dicono tutti):

“ma come, la stanza si stringe, oppure si abbassa e tu mi dici che non si nota?”

Esatto ! E questo è possibile ad una sola condizione: ovvero che la funzionalità della stanza non venga compromessa.

Ti assicuro che il nostro occhio impiega al massimo 36 ore ad abituarsi alla nuova condizione e a non notare più la “differenza”; e questo lo abbiamo notato anche nei casi più difficili che magari prevedono isolamenti acustici davvero importanti in termini di spessori.

Poco spazio? La soluzione SilenzioCasa in soli 3 cm di spessore

Ci sono casi dove effettivamente una soluzione di isolamento tradizionale può compromettere la funzionalità della camera.

Per esempio​ se tra il letto matrimoniale e l’armadio della camera c’è un corridoio di passaggio di pochi cm è ovvio che se dovessi realizzare un isolamento acustico dietro la parete della testata del letto con una parete di cm 10, questo comprometterebbe l’uso di questo unico passaggio, restringendolo ulteriormente.

In tal caso la funzionalità della camera verrebbe irrimedibilmente compromessa e, allora si, l’isolamento acustico realizzato costituirebbe un vero problema per il godimento della camera.

In SilenzioCasa, solo per questi casi particolari, abbiamo sviluppato una soluzione di soli cm 3 che prevede l’utilizzo di materiali atossici e anallergici certificati di nostra produzione.

Guarda qui sotto la testimonianza del sig. Antonio Ceretti di Torino

 

CHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE per risolvere il problema di isolamento acustico di CASA TUA  direttamente da un nostro esperto.

RISPONDIAMO  sempre entro 24 ore.

 Richiedi informazioni