I materiali acustici non esistono

Proprio così, i materiali acustici non esistono.

E non lo diciamo noi ma lo diceva uno dei più prestigiosi studiosi dell’isolamento acustico in Italia, Sergio Mammì, scomparso fondatore di ANIT (Associazione Nazionale Isolamento Termoacustico). Lo diceva fin dall’introduzione del suo libro “l’isolamento acustico nell’edilizia”.

Devi sapere, che moltissime volte quando mi chiedono un isolamento acustico da realizzare in una casa, una delle prime domande che il cliente mi pone è:

ma voi che materiale utilizzate?

Come molti miei clienti, forse anche tu stai cercando di districarti in tutto quello che via via stai apprendendo da amici, colleghi, geometri, internet e sentito dire e cerchi di farti una scaletta mentale dicendo ad esempio:

  • la lana di roccia è meglio del piombo che forse è tossico;
  • però anche il sughero è buono ed è forse più naturale;
  • però ho sentito dire anche della lana di vetro;
  • ma il polistirolo forse non va bene…. e via di questo passo.

Poi allora vai “sul campo” per vedere dal vero cosa ti dicono e ti rechi magari in un magazzino edile dove ti consigliano dei pannelli acustici con prestazioni mirabolanti, poi magari vai anche al Leroy Marlin e li trovi le spugne acustiche che avevi visto nella casa del Grande Fratello e quindi forse, ti dici, vanno bene pure quelle…

Alla fine la confusione regna sovrana, ma ancora non hai compreso il concetto base che dovrebbe valere prima della scelta dei materiali.

Se una persona ti dice “metti questo pannello” oppure “utilizza questo materiale” e risolvi il problema significa una sola cosa: che quella persona di isolamento acustico per le abitazioni non capisce nulla !

Oppure, molto più probabilmente, che l’interesse di quella persona non è tanto quello di risolvere il tuo problema quanto quello di venderti un pannello.

L’affermazione “ i materiali acustici non esistono” è la corretta, esatta, precisa inconfutabile verità che si arriva a dire quando si sa (come ben sapeva il nostro studioso) ciò di cui si parla, e adesso ti spiego perchè.

CHIEDI INFORMAZIONI GRATUITE per risolvere il problema di isolamento acustico di CASA TUA  direttamente da un nostro esperto.

RISPONDIAMO  sempre entro 24 ore.

 Richiedi informazioni

La realizzazione di un efficace insonorizzazione di una stanza si compone di fasi ben precise

la scelta del materiale isolante è solo un pezzo di un sistema più complesso e adesso ti spiego perche’.

Hai presente quando dobbiamo cucinare un piatto?

Ci sono gli ingredienti (i materiali isolanti) e sicuramente rappresentano un aspetto fondamentale della ricetta, ma poi ci sono le dosi, ci sono i tempi di cottura, ci sono le sequenze con cui gli ingredienti vanno utilizzati, e ci sono anche le persone a cui devo chiedere se quello che sto proponendo come piatto è stato da loro richiesto ed è di loro gradimento.

Insomma, oltre agli ingredienti, per cucinare bene… devo saper cucinare !

Chiedere “ che materiale usate ?” è come andare in un ristorante e cercare di capire se cucinano bene o male entrando dalla porta e dicendo “che ingredienti usate” ?

Piuttosto insensato no?

Nell’isolamento acustico di un’abitazione ci sono i materiali che vanno utilizzati che possono essere più o meno adeguati: ma appunto sono solo “gli ingredienti”.

Una volta individuati i materiali, ci sono le sequenze con cui vanno posati in funzione dello specifico problema ( e non ti dico quante volte abbiamo smontato isolamenti acustici – si fa per dire – e abbiamo trovato materiali montanti totalmente a caso).

Ma, soprattutto nelle case, ci sono decine e decine di dettagli di posa da correggere che se non sei uno preparato a risolvere, nemmeno conosci (prese elettriche, giunzioni laterali desolarizzanti, elementi di collegamento antivibranti ecc).

Come diciamo sempre noi di SilenzioCasa: i dettagli in acustica NON esistono.

Infatti, ogni dettaglio trascurato nelle case è un elemento che potenzialmente può pregiudicare irrimediabilmente un impianto di isolamento acustico.

PRENOTA UNA VISITA TECNICA per analizzare il problema di isolamento acustico direttamente a CASA TUA e ottenere subito un preventivo.

GRATIS e senza impegno.

Prenota ora

L’importanza della diagnostica iniziale

Ma, ancor prima di tutto quello che ti ho descritto sopra c’è una cosa che è ancora più importante di tutte: la diagnostica iniziale.

Vai dal dottore, gli dici che hai mal di pancia al telefono e lui ti da la medicina… senza visitarti… che ne diresti di un dottore così? Ti fideresti?

Potrebbe anche essere la medicina migliore del mondo, ma se la utilizzo per il sintomo sbagliato, la pancia continuerà a farmi male.

La stessa cosa vale per realizzare un efficace insonorizzazione di un ambiente domestico.

Ecco perchè noi di SilenzioCasa PRIMA di ogni valutazione di intervento abbiamo sempre bisogno di fare un sopralluogo a casa del cliente, una diagnostica iniziale.

Succede, ad esempio (molto più spesso di quello che si potrebbe pensare) che il cliente ci chiama per un problema ad una parete e poi, una volta a casa sua, scopriamo che quella parete non c’entra nulla con il suo problema…o che è marginale e, quindi, anche se avessimo realizzato la miglior parete acustica del mondo non avremmo alla fine risolto il suo problema.

Senza un’adeguata diagnostica iniziale, questo sarebbe impossibile da capire.

Ecco perché noi di SilenzioCasa veniamo a casa tua, gratis e senza impegno per una visita tecnica dove possiamo capire esattamente quale è il tuo problema e come potremo risolverlo.​

PRENOTA UNA VISITA TECNICA per analizzare il problema di isolamento acustico direttamente a CASA TUA e ottenere subito un preventivo.

GRATIS e senza impegno.

Prenota ora