Isolamento Acustico Soffitto tra bugie e soluzioni

3 Bugie e 1 soluzione per non rimanere intrappolati in un insonorizzazione del soffitto inefficace.

 

Omiglior isolamento acustico soffittora ti svelo 3 bugie che devi conoscere prima di procedere ad insonorizzare il soffitto della tua casa.

L’Isolamento Acustico del Soffitto è sicuramente l’isolamento acustico più richiesto e che in questi anni ci ha dato prima le maggiori preoccupazioni e oggi le maggiori soddisfazioni (fortunatamente).

Si, perchè intorno a maghi a fattucchiere, esistono dei concetti che una volta saputi sono banali… ma prima sono spesso confusi o ingnorati. Vediamo di scoprirli insieme, allora.

1) bugia: a me basterebbe abbattere il rumore del soffitto di un 60-70%….

Questa è la prima e la più classica delle richieste che ci vengono poste dai nostri clienti.

“Mi basterebbe realizzare un isolamento acustico del soffitto  di un 60-70%”

Dietro questa (apparentemente) ragionevole richiesta, si nascondono truffe e malintesi di cui tu stesso, sei la causa e la vittima. E adesso ti spiego perchè.

I rumori, tutti, hanno sempre una componente emotiva che viene spesso sottostimata. Quando noi diciamo 60-70% ragioniamo ad alta voce come se fossimo dei fonometri umani.

Ma quando siamo in camera da letto, magari sdraiati sul nostro letto, le cose cambiano drasticamente.

Ti faccio un esempio per farmi capire.

Se di notte si scatena un temporale, i cui tuoni ti fanno tremare la casa,  ti giri e pensi “che bello starmene qui al calduccio”… ti giri e dormi.

rubinetto che perdeMa se di notte, il lavandino del bagno perde un goccia ogni 60 secondi…plin…..plin….plin… tu non dormi finché non ti sei alzato e sei andato a chiudere quel benedetto rubinetto.

Come ti ho appena dimostrato, il suono del tuono è centinaia di volte più potente del plin plin del bagno… però il primo ti concilia il sonno, il secondo ti mette in agitazione… indipendentemente dalla potenza e dal volume.

Perchè? Ma perchè noi (per fortuna) siamo esseri umani e non ragioniamo come un fonometro.

Ogni suono provoca in noi, sia che ne siamo consapevoli, sia che non lo siamo, delle emozioni che agiscono sul nostro sistema neuro vegetativo.

2) bugia: vorrei isolare solo il soffitto perchè il rumore lo sento proprio solo da li

Io non ne sarei così sicuro. I rumori dal piano di sopra scendono sempre anche attraverso le pareti. Se tu fai il solo isolamento acustico soffitto è come se metti un cerotto in un punto (il soffitto), ma hai la ferita che sanguina da altri 4 punti (le pareti).

Fai una prova: metti l’orecchio attaccato “a ventosa” alle pareti (avendo cura di chiuderti con un dito l’orecchio libero): sentirai distintamente i rumori e le voci dei tuoi vicini del piano di sopra.

Ecco perchè, è brutto dirlo, ma l’isolamento acustico soffitto completo, non è mai solo del soffitto, ma coinvolge sempre anche le pareti.

Si può tentare di fare il solo soffitto, ma tu devi sapere in anticipo che hai alte possibilità che il solo soffitto non ti dia il risultato atteso.

Ecco perchè la nostra Garanzia Soddisfatto o Rimborsato 1oo% la possiamo fornire solo con isolamento acustico soffitto completo e non quando parliamo di solo Isolamento Acustico Soffitto, senza le pareti.

3) bugia:  potrei misurare i risultati dell’isolamento acustico soffitto così non avrei problemi…ehm no..non credo

Se abbiamo detto, che i suoni hanno tutti su di noi un effetto emotivo molto profondo, vuol dire che il mio 60-70% per  te magari è il 20-30% e  per il tuo compagno/a un 40-50%.

Allora tu dirai: d’accordo ma esistono delle misure che si possono fare per stabilire effettivamente di quanto stiamo parlando… cribbio!

Verissimo. Ma ci sono alcuni piccoli problemi che una misura acustica oggettiva ti nasconde. Vediamoli.

  1. la misura acustica costa: chi fa il lavoro non dovrebbe mai occuparsi di fare anche le misure del lavoro che ha realizzato, perchè sennò il rischio è quello che al mio paese si dice “ce la facciamo e ce la soniamo” ovvero il rischio del conflitto di interessi e palesemente oggettivo. Ergo bisogna chiamare un tecnico acustico abilitato esterno e una misurazione acustica costa tra gli 800 e i 1.200 euro.
  2. Spesso non abbiamo l’accesso alla casa dei vicini: per misurare non basta startene a casa tua con il fonometro in mano, devi andare a casa del vicino che disturba e, nel 90% dei casi, questo non è fattibile a causa dei rapporti conflittuali che nel frattempo si sono creati. E devi andarci 2 volte: prima di fare i lavori di isolamento acustico soffitto e dopo, una volta che il lavoro è stato eseguito.
  3. Spesso non vogliamo far sapere al vicino che stiamo insonorizzando casa: metti che non hai problemi per i punti 1) e 2) molti non vogliono far sapere al vicino che sta realizzando un insonorizzazione del  soffitto perchè? Risposta classica: perchè già fa casino adesso, figuriamoci dopo se sa che ho fatto l’isolamento acustico del soffitto, si scatena ancora di più!

Ecco perchè la misura acustica oggettiva rimane quasi sempre su carta. E qui iniziano i guai per te. Perchè promettere il 60-70% che non può essere dimostrato significa un’unica cosa: che tu il presunto isolamento acustico del soffitto che hai fatto realizzare te lo tieni e lo paghi, semplicemente perchè non puoi dimostrare il contrario.

E una volta che la ditta di turno ti ha detto: adesso ti metto due lastre di cartongesso, 3 strati di lana di roccia, le masse antivibranti, il maglio perforante e l’alabarda spaziale, bla bla bla .. insomma ti ha spiegato tutto di come avrebbe eseguito il manufatto… tu sei in trappola perchè, al di la del risultato raggiunto, tu non puoi dimostrare che loro non hanno effettivamente svolto il lavoro.

E il risultato? Ehm.. be… puoi dimostrare che non abbiano raggiunto il 60-70% promesso? Non direi.

Allora sei solo con il tuo problema percettivo che “secondo te” non è del 60-70% … direi un pò pochino per contestare un lavoro.

Già, solo adesso ti accorgi che non puoi dimostrare nulla. Mentre la ditta che ti ha fatto il lavoro può dimostrare che, effettivamente, ti ha messo una doppia lastra cartongesso, 3 strati di lana di roccia, bla bla bla, proprio come ti aveva scritto sul preventivo.

Conclusione? Non sei soddisfatto del risultato raggiunto ma ti tieni quello che è stato fatto e lo paghi.

La Soluzione? Non comprare il prodotto, compra il risultato

Noi di SilenzioCasa, non ti spieghiamo come facciamo il lavoro. Si hai letto bene. Non ti spieghiamo nulla. Ti diciamo solo 2 cose: 1)di quanti cm abbiamo bisogno e 2) ti diamo tutte le schede di sicurezza di materiali atossici (no lana di roccia, no lana di vetro, no piombo) per i nostri isolamenti. Stop.

Perchè dovremmo intontirti la testa di concetti di acustica, quando questa non è il tuo mestiere?

Ci chiami per risolvere un problema (voglio dormire) o per diventare un esperto in acustica?

Noi, per assurdo potremmo anche dirti: nel Isolamento Acustico Soffitto ci mettiamo… nulla..l’aria… (purtroppo non ci siamo ancora arrivati).

Se ti abbiamo risolto il problema come  moltissime persone possono testimoniare, bene, siamo tutti felici.

Se, invece,  ritieni che non ti  abbiamo risolto il problema dei rumori (altro che 60-70%), interviene la nostra Garanzia Soddisfatto o Rimborsato 100%, con il risultato che  non avrai risolto il problema, ma almeno non avrai buttato via neppure un euro. . O risolvi o non hai speso nulla.

E di questi tempi, non mi sembra poco.

 

Potrebbero interessarti anche questi articoli

Come insonorizzare la camera da letto

Insonorizzazione soffitto: stai comprando un manufatto o una soluzione?

Vicini rumorosi? Iniziò così anche con quelli di Erba

,