F.A.Q. – Domande Frequenti

Trova tutte le risposte alle tue domande per insonorizzare la tua casa

 

Si, anche per i lavori di isolamento acustico, sono previsti contributi fiscali fino al 31.12.2022 nella misura del 50% delle somme spese, recuperabili dalla dichiarazione dei redditi in 10 anni.

L’articolo 16-bis del DPR del 22 dicembre 1986 n. 917 “Ristrutturazioni Edilizie (per beneficio di recupero fiscale 50% stabilisce che:

per ottenere il contributo fiscale in sede di dichiarazione dei redditi occorre presentare:

  1. Fattura
  2. Bonifico specifico per “ristrutturazioni edilizie e mantenimento del patrimonio immobiliare”
  3. Dichiarazione di ottenimento dei risultati secondo la norma n. 447 del 26/10/1995 ed del relativo decreto attuativo DPCM 5-12-1997 (“Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici”

RIENTRATE  NEL NUOVO DECRETO SUGLI INCENTIVI FISCALI AL 110% ?

Purtroppo no. Il nuovo decreto stabilisce che si debba almeno fare riferimento a questi 2 parametri

  1. interventi volti ad interventi per Riqualificazione Energetica (e noi non lo siamo)
  2. Gli interventi di Riqualificazione Energetica devono migliorare la classe energetica dell’edificio di almeno 2 classi.

E’ POSSIBILE CEDERE ALLA BANCA QUESTO CREDITO FISCALE ED OTTENERE SUBITO INDIETRO L’ACCREDITO?

Si, se naturalmente la vostra banca fa questo tipo di operazioni. Se non lo dovesse fare, un’alternativa è rivolgersi alle Poste ed aprire un conto corrente con loro, in quanto, almeno fino ad oggi, le Banco Poste accetta questo tipo di credito.

Di solito ci si presenta alla banca con i documenti attestanti che voi avete un credito fiscale e la banca vi restituisce il 50% dell’importo, dedotto delle loro commissioni e interessi.

Ad esempio poniamo che voi abbiate speso per insonorizzare € 5.000; significa che avete diritto ad avere indietro dallo Stato € 2.500 in 10 anni (cioè € 250 al mese), come credito fiscale.

Se vi recate in banca e cedete questo credito fiscale, la banca vi restituisce subito questi € 2.500 dedotti gli interessi (in media è un 18-20%,) che potrebbero ad esempio essere pari a € 500; quindi ricevereste € 2.000 oggi anzichè, prendere 2.500 in 10 anni (per rimanere nell’esempio).

I.V.A.

In base alla normativa vigente per i privati l’I.V.A. è agevolata al 10%, anziché l’ordinaria 22%.

Abbiamo realizzato un video apposta per questa Garanzia Soddisfatti o Rimborsati 100% che riproponiamo qui sotto. E’ importante guardarlo fino alla fine.

Prima di tutto va chiarito che non in tutti i casi è possibile effettuare questo intervento di insonorizzazione della stanza.

Ci possono essere impedimenti strutturali che limitano moltissimo le nostre possibilità facendoci astenere dall’intervenire.

Questo è il motivo per cui un sopralluogo prima dell’intervento è di norma consigliato.

Quando è invece possibile intervenire, l’isolamento minimo che garantiamo va dall’85% al 100%

Tradotto significa che il rumore proveniente dal vicino che abita sopra (trascinamento sedie, spostamento mobili, corse bambini, voci ecc) o non si sentono più o si sentono molto lontani ed attutiti.

 

Oggi grazie alle ultime innovazioni (SonorTop in testa) riusciamo a garantire abbattimenti dall’85% fino al 100%.

La variabilità di questi dati risiede principalmente in 3 fattori:

  • intensità del rumore dal vicino ( russa, parla forte oppure c’è una stanza tipo discoteca?)
  • dalla struttura della casa (gli appartamenti sono divisi da un muro vero o da pareti tipo carta velina ?)
  • dalla soluzione SilenzioCasa adottata ( da 3,5 cm fino  a cm 15).

Questi fattori devono in qualche modo “collimare”.  Diciamo che dall’altra parte abbiamo un tizio che la sera ama ascoltare la musica a volume discoteca, che la casa abbia paretine fini fini che dividono le due unità abitative e che il cliente ci chieda di eliminare il rumore dell’85% con soluzioni da 3,5 cm…. beh in questo caso il risultato non sarebbe raggiungibile e quindi non potremo procedere all’isolamento acustico richiesto.

Diversamente, se il vicino parla a voce alta oppure si sente il televisore, oppure si distinguono i discorsi al telefono (il che significa che le pareti della casa sono pessime dal punto di vista acustico) e siamo disposti a sacrificare 6 , 8 ,10 cm il risultato dell’insonorizzazione potrà essere garantito e variabile tra l’85-100%

L’isolamento dei rumori provenienti dall’appartamento di sotto è uno dei nostri “fiori all’occhiello” .

Non sempre è necessario intervenire insonorizzando il pavimento, mentre, quasi sempre è necessario intervenire sulle pareti perimetrali.

Questo perchè i rumori provenienti da sotto, il più delle volte si trasmettono, per la gran parte, proprio attraverso le pareti, quindi l’isolamento acustico del pavimento può essere inutile o non necessario (contrariamente a quello che normalmente si pensa)

E’ possibile raggiungere valori di isolamento acustico dai rumori da sotto dal 85% al 100% .

Il rovescio della medaglia è che non in tutti i casi è possibile eseguire questo isolamento, ragion per cui un sopralluogo è di norma consigliabile.

Isolamento acustico da sopra, di fianco e da quelli sotto?

Un piccolo bunker acustico, insomma?

Per gli amanti delle soluzioni più integrali o, semplicemente, per coloro che si trovano in una condizione di particolare difficoltà esistono soluzioni di insonorizzazione totale della stanza.

Va ovviamente visto caso per caso, da un lato per evitare che soluzioni Top Class alla fine non servano e  dall’altro, per identificare e risolvere il problema definitivamente in base alle esigenze effettive riscontrate.

Il rumore che proviene dalla strada o comunque dall’esterno dipende quasi sempre da problemi dovuti  alle finestra e ai serramenti; pertanto il problema va primariamente analizzato e risolto in quella sede.

Una volta verificato che finestre e serramenti non hanno più problemi  è possibile analizzare anche le murature (cosa che in questo caso facciamo noi).

Per le finestre e i serramenti acustici noi consigliamo e raccomandiamo diverse società sul territorio del nord e del centro sud Italia

Si, è possibile ottenere un finanziamento a tasso agevolato del 5% anno per un massimo di 5 anni.

 

Significa, ad esempio, che se devo finanziare € 1.000,00 per un anno, il costo di questo finanziamento per interessi sarà di € 50,00.

  • NO spese accessorie;
  • NO spese apertura pratica
  • NO balzelli vari
  • SI bolli tassa governativa (normalmente tra i 15 e 20 euro una tantum, solo all’apertura pratica).

In breve… NO !! Questo è proprio l’aspetto su cui abbiamo investito più massicciamente negli anni scorsi e su cui tutt’ora continuiamo ad investire.

Infatti, utilizziamo SonorTop , il nostro prodotto per l’isolamento acustico che vuol dire:

Fibre naturali 100%

No Lana di Roccia

No Lana di Vetro

No Piombo

0% rilascio di fibre, solventi o sostanze pericolose

100% stabile nel tempo senza alcun deterioramento nei successivi 30 anni

Una domanda che spesso ci viene fatta è:

che aspetto avrà la mia casa una volta terminato l’isolamento acustico?

“Come sarà, che aspetto finale avrà la mia stanza, una volta che avrò finito di realizzare l’isolamento acustico? La mia casa assomiglierà a qualcosa di simile alle sale di incisione?”

La risposta è: NO!

All’inizio non ci badavamo più di tanto, perchè ci sembrava una domanda scontata e dalla risposta semplice.

Ma ci sbagliavamo. Le persone, giustamente, sono molto attente e vogliono capire anche a livello “estetico” come si presenterà il lavoro una volta finiti i lavori di insonorizzazione.

La tua stanza a livello estetico sarà esattamente uguale a oggi
Ovviamente le misure potranno anche variare, ma tutti i clienti alla fine ci dicono la stessa cosa: ovvero che una volta ritinteggiata, fanno davvero fatica a cogliere le differenze con la loro stanza precedente all’insonorizzazione.

Addirittura, in alcuni casi, riusciamo anche a migliorare l’estetica, quando si tratta di coprire pilastri, rientranze, dislivelli che da sempre erano presenti all’interno della stanza e che, successivamente al nostro lavoro di isolamento acustico, non si vedono più.

So già cosa stai pensando a questo punto (perchè me lo dicono tutti):

“ma come, la stanza si stringe, oppure si abbassa e tu mi dici che non si nota?”

Esatto ! E questo è possibile ad una sola condizione: ovvero che la funzionalità della stanza non venga compromessa.

Ti assicuro che il nostro occhio impiega al massimo 36 ore ad abituarsi alla nuova condizione e a non notare più la “differenza”; e questo lo abbiamo notato anche nei casi più difficili che magari prevedono isolamenti acustici davvero importanti in termini di spessori.

 

 

Si, SilenzioCasa lavora  esclusivamente per i privati posto che questi coincidono quasi sempre con i proprietari di casa.

NON Lavoriamo anche  gli affittuari dell’appartamento. Gli affittuari che desiderassero procedere ad un isolamento acustico con la nostra azienda devono farci contattare direttamente dal proprietario di casa.

SilenzioCasa NON collabora con imprese edili, imprese di ristrutturazione, aziende di facility managment ecc. ma soltanto direttamente con il proprietario di casa.

NO, perché crediamo che il nostro primo valore sia l’estrema specializzazione.

 

Pertanto, benchè in linea teorica potremmo intervenire in gran parte di isolamenti acustici extra abitativi quali bar, ristoranti, discoteche, pub, cinema , sale ascolto, call center ecc. di fatto abbiamo deciso di NON intervenire in questi ambiti per preservare e curare al massimo la nostra specializzazione.

SilenzioCasa è sinonimo di isolamento acustico e insonorizzazione delle SOLE case, non di altro.

SonorTop e tutti gli altri accessori esclusivi SilenzioCasa NON sono in vendita, separatamente dal nostro servizio di posa.

Torna su
Insonorizzare casa

Scopri il nostro libro

Insonorizzare casa è un gran casino!

Silenzio casa

Benessere Acustico S.r.l.
Via A. Volta, 2 – 20093 Cologno Monzese (MI)
Iscrizione al Registro Imprese di Milano al n. 1793950
CF e Part. IVA 05064590960
Capitale Sociale: 10.000 € I.V.
benessereacustico@pec.it