insonorizzare una camera da letto

8 Consigli che devi sapere su come insonorizzare la stanza da letto e non essere presi alla sprovvista.

insonorizzare una camera da letto

insonorizzare la camera da letto

Ora ti svelo le 8 cose che devi sapere prima di procedere ad insonorizzare la tua camera da letto.

L’insonorizzazione della camera da letto è sicuramente la tipologia di intervento che siamo chiamati ad operare con maggior frequenza. Infatti una casa può anche avere rumori in molte altre stanze, ma la necessità di dormire in tranquillità rappresenta pur sempre un bisogno primario ineliminabile. Ecco allora che avere una camera da letto insonorizzata quando nel resto della casa si vivono situazioni disagevoli, significa cambiare totalmente la qualità della vita … e della salute.

 

 1) Rimandare è un pessimo consiglio

Rimandare il problema è un pessimo consiglio Quando ci troviamo a vivere una situazione di disagio nella camera da letto, spesso siamo tentati di dire: “passerà”;  oppure “mi abituerò”  o qualunque altra cosa mi faccia rimandare la decisione di affrontare il problema. Ora ti spiego perchè è un pessimo consiglio. La camera da letto è il posto dove le nostre difese si abbassano; dovrebbe essere un luogo dove riposare e rigenerarci. Se questo non avviene o avviene solo parzialmente in noi comincia ad istallarsi ( o meglio a non staccarsi mai) la “funzione di allarme” : siamo sempre vigili, anche se apparentemente dormiamo. Più rimando il problema, più il mio “fattore allarme”, cioè la mia sensibilità al problema tende ad acutizzarsi: comincio a sentire il mio vicino; conosco le sue abitudini; conto i suoi passi; conosco i suoi orari ecc.  E tutto questo avviene “in automatico”, pur se non lo voglio. Se rimando troppo, posso giungere a voler insonorizzare la camera quando sono ormai in condizioni di esasperazione tale che ogni minimo rumore per me rappresenta un grosso problema e questo, non è mai un buon modo di procedere per isolare la stanza.

2) Prima di Insonorizzare la Camera…capire

I rumori che raggiungono la nostra camera da letto possono essere facili da individuare in alcuni casi oppure molto difficili ed insidiosi. Prima  di pensare di insonorizzare la camera, ti invito a capire di che genere di rumori stiamo parlando. Rumori aerei: sono tutti i rumori che si trasmettono attraverso l’aria, ovvero voci, musica, grida, pianti, telefonate, gente che russa ecc. Rumori di calpestio: sono quelli che derivano da rumori di impatto tipo tacchi, spostamento di sedie, mobili ecc. Attenzione i rumori di calpestio possono essere sopra di noi, certo. Ma anche a fianco di noi o addirittura sotto di noi, cioè provenienti dall’inquilino che abita sotto il nostro appartamento. Se questa persona trascina le sedie e fa rumore è sempre rumore di calpestio. Rumori strutturali: sono quelli che si propagano attraverso le strutture della casa: rumori di tubature, tapparelle, scorrevoli, porte blindate che sbattono,  aperture e chiusura di inferriate, cancelli, forature nei muri con trapano ecc.

3) Come ascoltare le pareti della camera da letto

Una volta fatta questa prima macro divisione va capito su quali superfici questo rumore si propaga. E’ molto facile sbagliare perchè spesso i suoni vengono “visualizzati”, ovvero si pensa ” be il rumore viene senz’altro da li”, per poi scoprire, una volta fatta l’insonorizzazione di quella parte che il rumore, in realtà veniva anche da un’altra parte. Ora però ti spiego un metodo facile facile per non commettere questo errore. Idealmente ogni camera da letto ha 6 superfici: 4 pareti , 1 soffitto e 1 pavimento, giusto? Bene, allora quando vivi la situazione di rumore, “ascolta” ogni superficie appoggiando a ventosa il tuo orecchio e avendo cura di chiudere l’altro orecchio libero. Ti accorgerai che alcune superfici sono profondamente trasmissive del rumore che poi senti nella tua camera da letto, mentre magari altre non lo sono per nulla o lo sono davvero molto poco.

PRENOTA UNA VISITA TECNICA per analizzare il problema di isolamento acustico direttamente a CASA TUA e ottenere subito un preventivo.

GRATIS e senza impegno.

Prenota ora

4) Che efficacia vuoi raggiungere?

Come per qualsiasi acquisto, è bene cercare di capire cosa vuoi ottenere in termini di risultati. Se compro un’automobile magari voglio che abbia 5 posti, che raggiunga una certa velocità, che abbia l’abs, ecc. Anche per l’insonorizzazione della camera è molto importante capire cosa vuoi raggiungere: non voglio sentire volare neppure una mosca? Oppure vorrei semplicemente un miglioramento del confort? Questi sono 2 estremi ed è bene che ti sia chiaro cosa ti aspetti da un intervento di insonorizzazione

5) Che spazi puoi sacrificare?

Una volta appurato il risultato che ti aspetti di raggiungere, bisogna verificarlo con gli spazi che sei disponibile a “sacrificare” in vista dell’isolamento acustico da realizzare. Se uno dice: non voglio sentire volare una mosca, il mio vicino tiene lo stereo a tutto volume ed io voglio sacrificare al massimo 2 cm di spessore, allora probabilmente non potremo aiutarlo. L’isolamento acustico vive di questa regola: più hai spazio da sacrificare, più sono i risultati raggiungibili con facilità e minori sono i costi. Meno hai spazio, più difficile è raggiungere obiettivi di alta insonorizzazione e maggiori sono i costi.

6) Accertati dei materiali impiegati

Ti do questo consiglio  NON  perchè tu debba diventare un esperto in acustica (non credo sia la tua aspirazione), ma solo perchè molto spesso, nella gran maggioranza dei casi quando si effettuano  insonorizzazioni, anche delle camere da letto, vengono impiegati piombo, lana di roccia o lana di vetro. In un precedente articolo ti ho già spiegato perche questa non è una scelta saggia, soprattutto nella camera dove dormi tu o dove dormono i bambini. Ecco perchè abbiamo investito tanto nella ricerca e sviluppo del nostro prodotto esclusivo SonorTop

7) Controlla chi si propone per farti il lavoro

Esistono molte aziende che fanno isolamenti acustici. Alcuni sono fatti davvero bene in termini di risultati (se tralasciamo il fatto che impiegano quasi sempre lana di roccia o lana di vetro). Altri, lasciano il tempo che trovano. L’isolamento acustico è molto delicato. Controlla che chi si propone a farti l’isolamento acustico sia uno specialista. No, mi spiace, non lo è il muratore o l’imbianchino amico di tuo padre che nel 1978 aveva isolato la casa del cognato di tua cugina.

8) Chi ti da la Garanzia di Risultato?

Eccoci al punto più importante. Quello che fa la differenza vera tra chi dice (a parole) di essere un professionista dell’insonorizzazione e chi lo è davvero. Chi ti può dare una Garanzia di Risultato? Solo uno specialista te la può dare. Noi di SilenzioCasa  ti diamo la Garanzia di Risultato Soddisfatto o Rimborsato 100%. Proprio così. Questo significa che tu non rischi nulla, il rischio è tutto sulle nostre spalle. Significa anche che tu non devi cercare di diventare un esperto di acustica, per cercare di capire se quello che ti stanno proponendo è più o meno valido. Tu da noi compri una sola cosa: il risultato. E il risultato è quello di vedere e sentire la tua Camera Insonorizzata. Inoltre, significa ottenere il risultato con la certezza di impiegare materiale totalmente atossico e anallergico, riciclato  e privo di qualsiasi fibra pericolosa. Significa fare tutto questo con la 1^ azienda in Italia Specializzata nell’insonorizzazione per le sole case.  

PRENOTA UNA VISITA TECNICA per analizzare il problema di isolamento acustico direttamente a CASA TUA e ottenere subito un preventivo.

GRATIS e senza impegno.

Prenota ora